Blog
03
10
2012

Societari Master su pista: un bellissimo quinto posto alla finale nazionale di Novara

Il gruppo master femminile dell’Atletica Insieme New Food Verona torna da Novara, dove si è svolta la finale nazionale dei Campionati di Società Master, con un bellissimo quinto posto che conferma la posizione dopo la fase regionale. Lo scudetto femminile è andato alla fortissima squadra della Romatletica, capitanata da Anna Micheletti che aggiunge questo prestigioso risultato ad una lunga serie di titoli. In campo maschile vittoria per la squadra bresciana della Virtus Castenedolo, che in soli due anni ha schierato uno squadrone fortissimo.
Il maltempo di sabato pomeriggio, una pista al limite del praticabile (un tartan che è divenuto una lastra di cemento dove i chiodi scivolavano), qualche disservizio organizzativo non sono bastati a scoraggiare le nostre atlete. Due le assenze importanti: Marisa Tavoso non ha potuto essere in pedana per un infortunio occorso negli ultimi giorni di preparazione ma presente a Novara per incitare le compagne di squadra, e Gabriella Ramani rimasta a Trieste per impegni di lavoro.
Ma andiamo a vedere i risultati delle nostre 10 atlete in gara, che a Novara hanno brillato per poliedricità, spirito di squadra e la capacità di far fronte a diversi cambiamenti nella formazione al fine di ottenere strategicamente i migliori risultati.

La punta di diamante della squadra è stata senza dubbio Barbara Ferrarini (1967) (nella foto) che si è aggiudica l’insolita abbinata lungo/800 metri, vincendo entrambe le gare nella classifica comparata, che, tramite le tabelle di punteggio, permette di inserire in un’unica classifica atlete di età diverse. Sotto una pioggia battente, sulla pedana del lungo Barbara ha effettuato un solo salto di 4,89 m., misura a soli 11 centimetri dal record italiano della categoria MF45. Bellissima la sua galoppata solitaria (nella serie delle atlete senza accredito) che le ha permesso di vincere anche gli 800 metri (2’28″55).

Bravissima anche Mirella Giusti (1960), altro “gioiello” della nostra formazione, vincitrice dei 400 metri in 67″25, un ottimo risultato cronometrico considerate le avverse condizioni atmosferiche di sabato. Mirella è poi giunta quinta sui 200 metri (29″73) ed ha fatto parte del quartetto della staffetta 4×400 MF45 (insieme a Rosa Marchi(1964), Fioretta Nadali(1960) e Daniela Faraone(1967), vincitrice in 4’30″63 (nella foto, da sinistra: Nadali, Faraone, Marchi e Giusti. Seduta sul prato la mascotte Lola)

Encomiabile l’impegno di Fioretta Nadali (1960) (Nella foto impegnata con le “treccine” di Mirella Giusti) che ha debuttato sui 200 hs, preparati in pochi giorni, classificandosi con un ottimo sesto posto in 42″24. Fioretta, da vera eptathleta, ha anche coperto la gara del getto del peso e ha fatto parte della staffetta 4×400 vincitrice.

Non ha tradito le aspettative Chiara Maria Passigato (1961), nonostante un anno per lei impegnativo che non le ha dato modo di prepararsi come avrebbe voluto. La nostra “katerpillar” si è classificata settima nel salto in alto ed ha improvvisato un insperato decimo posto nel lancio del giavellotto.

Da sottolineare i risultati di Sally Goldsmith (1961) (Nella foto a sinistra insieme alla mascotte Lola)sui 1.500 e 3.000 metri. L’atleta inglese, da anni portacolori dell’Atletica Insieme, era alla sua prima finale societaria master su pista. La sua grinta è stata ammirevole e i suoi piazzamenti (rispettivamente ottava e settima) sono stati molto preziosi per la classifica di squadra.

E veniamo alla nostra “terribile” Liviana Piccolo (1948)(nella foto insieme a Marisa Tavoso). La veneziana, che quest’anno per problemi articolari ha dovuto ridurre il suo allenamento sulla corsa, ha dato il massimo della disponibilità alla squadra correndo i 1.500 metri, lanciando il giavellotto (specialità che ha iniziato ad apprendere da soli 10 giorni prima della finale) e ha dato il suo importante contributo nella 4×100.

La bergamasca Laura Bianchi(1963) si è cimentata nel salto in lungo e nel salto triplo. Nonostante alcuni imprevisti problemi personali, ha voluto esserci sulla pedana del triplo domenica mattina.

Grande grinta anche per Daniela Faraone (1967) (nella foto insieme a Deborah Danieletto) bloccata negli ultimi tre mesi da una fastidiosa tendinite, ha corso due splendide frazioni nelle staffette.
La “cucciola” della formazione è stata Deborah Danieletto(1970), velocista nell’animo ma purtroppo bloccata per problemi fisici, che ha coperto con grande generosità la gara del disco.

E per finire eccomi a voi (Rosa Marchi (1964), con il mio nono posto sui 100 metri, la partecipazione alle staffette 4×100 e 4×400 con una preparazione molto sommaria ma con la gioia di aver partecipato a questa coinvolgente manifestazione.
A tutte le “girls” del gruppo va il mio personale “grazie” per l’entusiasmo, l’amicizia e la voglia di fare squadra. Appuntamento al 2013!!! Chissà che nel frattempo non si formi anche il gruppo master su pista maschile dell’Atletica Insieme New Food 🙂

Questi tutti i nostri piazzamenti:
1° – Lungo – Barbara Ferrarini (MF45) 4,89 (v.-0.3) (862 p.-100 p.)
1° – 800 – Barbara Ferrarini (MF45) 2’28″55 (816 p.-100 p.)
1° – 400 – Mirella Giusti (MF50) 67″25 (952 p.-100 p.)
1° – 4×400 MF45 (R.Marchi-F.Nadali-D.Faraone-M.Giusti) 4’30″63 (920 p.-100 p.)
5° – 200 – Mirella Giusti (MF50) 29″73 (v.-0.7) (906 p.-95,5 p.)
6° – 200 hs – Fioretta Nadali (MF50) 42″24 (509 p.-95 p.)
7° – Alto – Chiara Maria Passigato (MF50) 1,32 (799 p.-94 p.)
7° – 3.000 – Sally Goldsmith (MF50) 11’33″11 (902 p.-94 p.)
8° – 1.500 – Sally Goldsmith (MF50) 5’34″87 (838 p.-93 p.)
9° – 100 – Rosa Marchi (MF45) 14″73 (v.0.7) (676 p.-92 p.)v 10° – 4×100 MF50 (L.Piccolo, D.Faraone, R.Marchi, B.Ferrarini) 62″37 (700 p.)
11° – Giavellotto – Chiara Maria Passigato (MF50) 19,73 (498 p.-90 p.)
13° – Peso – Fioretta Nadali (MF50) 8,35 (738 p.-88 p.)
13° – 1.500 – Liviana Piccolo 6’37″33 (770 p.)
13° – Triplo – Laura Bianchi (MF50) 8,14 (445 p.)
24° – Giavellotto – Liviana Piccolo (MF60) 10,24 (287 p.)
27° – Lungo – Laura Bianchi (MF50) 3,41 (395 p.)
33° – Disco – Deborah Danieletto (MF40) 15,44 (280 p.)

La classifica femminile di società
1° CUS Romatletica 1253,5 p.
2° Assi Giglio Rosso Firenze 1.248 p.
3° Sudtirol Team Club 1.244 p.
4° Liberatletica 1.241 p.
5° Atl. Insieme New Food Verona 1232,5 p.
6° Atletica Ambrosiana 1205,5 p.
7° SEF Macerata 1193,5 p.
8° Pentasport Trieste 1192,5 p.
9° Giovanni Scavo 2000 1190,5 p.
9° Atletica Santa Monica Misano 1190,5 p.
seguono altri 14 società classificate.

Link al sito Fidal con i risultati completi della manifestazione [clicca qui]

Comment
0

Leave a reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.